Priligy (Dapoxetina) in vendita: prezzo, dose, effetti collaterali

Priligy® è finalmente in vendita anche in Italia a partire da luglio 2009; se da aprile era possibile acquistare dapoxetina (Priligy®) solo in Svezia e Finlandia, il primo farmaco per curare l’eiaculazione precoce è ora in vendita anche in Italia.

La dapoxetina è una molecola che appartiene alla classe dei cosidetti SSRI, una classe di farmaci utilizzati come antidepressivi (fluoxetina, paroxetina, citalopram, sertralina, … ossia Prozac, Seroxat, Seropram, Zoloft,…) e come le altre molecole della stessa classe agisce inibendo la ricaptazione (ossia il riassorbimento, la raccolta) del neurotrasmettitore serotonina a livello del sistema nervoso centrale.

La dapoxetina è stata scoperta da Janssen-Cilag, un’azienda facente parte della galassia Johnson&Johnson, che ha fatto richiesta all’EMEA per l’autorizzazione all’immissione in commercio con indicazione il trattamento dell’eiaculazione precoce per uomini dai 18 ai 64 anni.

La dapoxetina è quindi il primo farmaco orale per il trattamento dell’eiaculazione precoce; a differenza delle altre sostanze facenti parte della classe degli SSRI ha una breve durata d’azione (poche ore) e dev’essere assunta da 1 a 3 ore prima del rapporto, idealmente circa 1-1.5 ore prima del rapporto.

Priligy® può essere assunto anche a stomaco pieno e non si conoscono interazioni con i farmaci utilizzati per la disfunzione erettile (Viagra®, Cialis®, Levitra®, …); è possibile acquistare il farmaco in qualsiasi farmacia, dietro presentazione di ricetta medica ripetibile, e la spesa sarà a totale carico del paziente.

Le compresse devono essere deglutite intere, per evitare il sapore amaro, con almeno 1 bicchiere pieno d’acqua; non deve essere assunto più di 1 volta ogni 24 ore (1 volta al giorno).

Il farmaco è in commercio in due formulazioni:

  • Priligy® 30 mg
    • 3 compresse al prezzo di € 24.60 (costo per compressa circa € 8.20),
    • 6 compresse al prezzo di € 44.30 (costo per compressa € 7.38)
  • Priligy® 60 mg
    • 3 compresse al prezzo di € 32.00 (costo per compressa € 10.67)
    • 6 compresse al prezzo di € 57.60 (costo per compressa € 9.60)

Di norma la dose iniziale è di 30 mg, in caso non si dimostrasse sufficiente e gli eventi avversi fossero accettabili il medico può aumentare la dose prescrivendo la confezione da 60 mg.

I più comuni effetti collaterali di Priligy® sono:

  • capogiri,
  • cefalea,
  • nausea.

Per diminuire la probabilità di comparsa degli effetti avversi, sopratutto di svenimento ed ipotensione (abbassamento della pressione) si consiglia di:

  • Assumere la compressa con almeno 1 bicchiere colmo d’acqua,
  • non alzarsi velocemente dopo l’assunzione,
  • in caso di sensazione di svenimento o giramenti di testa è bene sdraiarsi immediatamente con la testa più in basso del corpo, o sedersi con la testa tra le ginocchia, fino al miglioramento dei sintomi.

E’ particolarmente importante evitare la contemporanea assunzione di alcolici, che potrebbero aumentare il rischio di svenimento ed altri effetti collaterali legati all’alcol.

Secondo l’aziena produttrice Priligy® è in grado di:

  • Migliorare la capacità di controllo sull’eiaculazione,
  • prolungare il tempo dell’eiaculazione,
  • aumentare la soddisfazione del rapporto sessuale,
  • diminuire il disagio legato all’eiaculazione precoce.

Ogni altro farmaco appartenente alla stessa classe di farmaci è in grado di sviluppare una più o meno marcata attività di ritardo dell’eiaculazione (per esempio un lavoro dell’Università iraniana dimostra questa tesi), ma si portano dietro diversi potenziali effetti collaterali:

  • tra i possibili effetti collaterali comuni (ossia frequenti) si può leggere disfunzione erettile, anorgasmia e diminuzione del desiderio sessuale;
  • in pazienti con particolari vicende di depressione può indurre al suicidio nelle prime settimane di assuzione;
  • l’elenco degli effetti collaterali, anche gravi, potrebbe continuare.
Priligy
Priligy

In realtà questi aspetti sembrerebbero scongiurati dal fatto che Priligy prevede un’assunzione saltuaria e, sopratutto, la breve durata d’azione è indice del fatto che la sostanza viene velocemente eliminata dall’organismo evitando fenomeni di accumulo responsabili di alcuni effetti collaterali.

L’evento avverso più frequente che emerge da chi si è sottoposto alla sperimentazione è invece come detto la nausea.

Come i farmaci usati per la disfunzione erettile, anche Priligy sarà soggetto a frequenti tentativi di contraffazione; di norma l’unico canale riconosciuto a livello italiano, la farmacia, non presenta tuttavia alcun rischio.


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)


Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Gentile dottore,
    Un andrologo che mi ha visitato mi ha prescritto Priligy ma non ho ancora iniziato ad assumerlo. Per quanto mi senta sollevato per un possibile aiuto ad una condizione che temevo di non riuscire a superare, sono preoccupato per i possibili effetti collaterali. Ho 25 anni, il che spero mi dia un vantaggio nell'evitare la maggior parte dei sintomi negativi (anche se non ci conto molto). In realtà mi preoccupa il mio passato con la depressione, che tutt'oggi non ho ancora superato. Mi potrebbe gentilmente confermare che il Priligy non comporta rischi per persone che soffrono di depressione? Per quanto riguarda la mia età, potrebbe limitare gli effetti collaterali?

    Grazie.

    1. Per quanto riguarda il suggerimento riguardo l'uso degli alcolici quando si assume Priligy:
      -l'uso è sconsigliato in generale?
      -fare uso di Priligy può risultare nocivo dopo una serata durante la quale si ha bevuto (magari anche tanto)?
      -E' lo stato di ebrezza che potrebbe peggiorare i sintomi o è l'assunzione di alcolici in contemporanea con il farmaco, a prescindere dal livello d'intossicazione?

      Grazie

    2. 0. Le confermo che NON peggiora uno stato di depressione (la molecole fa parte della classe degli antidepressivi, anche se poi per ragioni farmacocinetiche non manifesta questo effetto in modo significativo).
      2. Sì, è preferibile evitare l'alcool.
      3. Aumenta sensibilmente il rischio di manifestare alcuni effetti collaterali anche importanti (aumenta la sonnolenza, riduce lo stato di allerta, ...).

  2. Genrile Utente.
    se la sua ep ha un'etiologia psicogena, è quella che deve curare.
    La terapia combinata va benissimo, aiuta, e velocizza i risultati, ma la cura é anche e soprattutto psico/sessuologica.

    Nel mio sito, nella sessione sessualità maschile, troverà tanto materiale sulla diagnosi e cura dell'e.p

    Cordialmente,
    Dr.ssa Valeria Randone,
    perfezionata in sessuologia clinica
    www.valeriarandone.it

  3. Buonasera.
    Il mio medico personale mi ha prescritto priligy dopo aver fatto una serie di analisi. Non ho ancora iniziato ad assumerlo poiché sul foglio illustrativo c'è scritto che va assunto da 1 a 3 ore prima dell'attività sessuale, mentre il mio medico mi ha detto di poterlo assumere anche senza avere rapporti, in modo curativo quindi. Mi posso fidare o assumerlo in questo modo non mi servirà a niente? Grazie mille per l'attenzione!

    1. Quindi non esiste nessun farmaco o altro trattamento, che può risolvere(o migliorare) la situazione una volta per tutte?

    2. La causa non la conosco, anche perché non mi sono rivolto ad un andrologo o medico specilizzato, ma solamente al mio medico personale!

    3. Inolre volevo sapere: posso testare il farmaco anche senza rapporto, ma assumendolo 1 o 2 ore prima della masturbazione?
      Grazie per l'attenzione!

    1. L’efficacia e la sicurezza del farmaco non sono stati stabilite nei pazienti di età pari o superiore a 65 anni.

  4. Salve dottore,io e il mio ragazzo facciamo l'amore da 2 anni ma ancora non so se ho perso la verginità perché non è mai uscito sangue e quando cerchiamo di farlo non entra molto spesso..che consigli ci da?

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.