Priligy (Dapoxetina) in vendita: prezzo, dose, effetti collaterali

Ultimo Aggiornamento: 340 giorni da oggi (22 12 2014)

Link sponsorizzati
Integratori Naturali BioReviv

Priligy® è finalmente in vendita anche in Italia a partire da luglio 2009; se da aprile era possibile acquistare dapoxetina (Priligy®) solo in Svezia e Finlandia, il primo farmaco per curare l’eiaculazione precoce è ora in vendita anche in Italia.

La dapoxetina è una molecola che appartiene alla classe dei cosidetti SSRI, una classe di farmaci utilizzati come antidepressivi (fluoxetina, paroxetina, citalopram, sertralina, … ossia Prozac, Seroxat, Seropram, Zoloft,…) e come le altre molecole della stessa classe agisce inibendo la ricaptazione (ossia il riassorbimento, la raccolta) del neurotrasmettitore serotonina a livello del sistema nervoso centrale.

La dapoxetina è stata scoperta da Janssen-Cilag, un’azienda facente parte della galassia Johnson&Johnson, che ha fatto richiesta all’EMEA per l’autorizzazione all’immissione in commercio con indicazione il trattamento dell’eiaculazione precoce per uomini dai 18 ai 64 anni.

La dapoxetina è quindi il primo farmaco orale per il trattamento dell’eiaculazione precoce; a differenza delle altre sostanze facenti parte della classe degli SSRI ha una breve durata d’azione (poche ore) e dev’essere assunta da 1 a 3 ore prima del rapporto, idealmente circa 1-1.5 ore prima del rapporto.

Priligy® può essere assunto anche a stomaco pieno e non si conoscono interazioni con i farmaci utilizzati per la disfunzione erettile (Viagra®, Cialis®, Levitra®, …); è possibile acquistare il farmaco in qualsiasi farmacia, dietro presentazione di ricetta medica ripetibile, e la spesa sarà a totale carico del paziente.

Le compresse devono essere deglutite intere, per evitare il sapore amaro, con almeno 1 bicchiere pieno d’acqua; non deve essere assunto più di 1 volta ogni 24 ore (1 volta al giorno).

Il farmaco è in commercio in due formulazioni:

  • Priligy® 30 mg
    • 3 compresse al prezzo di € 24.60 (costo per compressa circa € 8.20),
    • 6 compresse al prezzo di € 44.30 (costo per compressa € 7.38)
  • Priligy® 60 mg
    • 3 compresse al prezzo di € 32.00 (costo per compressa € 10.67)
    • 6 compresse al prezzo di € 57.60 (costo per compressa € 9.60)

Di norma la dose iniziale è di 30 mg, in caso non si dimostrasse sufficiente e gli eventi avversi fossero accettabili il medico può aumentare la dose prescrivendo la confezione da 60 mg.

I più comuni effetti collaterali di Priligy® sono:

  • capogiri,
  • cefalea,
  • nausea.

Per diminuire la probabilità di comparsa degli effetti avversi, sopratutto di svenimento ed ipotensione (abbassamento della pressione) si consiglia di:

  • Assumere la compressa con almeno 1 bicchiere colmo d’acqua,
  • non alzarsi velocemente dopo l’assunzione,
  • in caso di sensazione di svenimento o giramenti di testa è bene sdraiarsi immediatamente con la testa più in basso del corpo, o sedersi con la testa tra le ginocchia, fino al miglioramento dei sintomi.

E’ particolarmente importante evitare la contemporanea assunzione di alcolici, che potrebbero aumentare il rischio di svenimento ed altri effetti collaterali legati all’alcol.

Secondo l’aziena produttrice Priligy® è in grado di:

  • Migliorare la capacità di controllo sull’eiaculazione,
  • prolungare il tempo dell’eiaculazione,
  • aumentare la soddisfazione del rapporto sessuale,
  • diminuire il disagio legato all’eiaculazione precoce.

Ogni altro farmaco appartenente alla stessa classe di farmaci è in grado di sviluppare una più o meno marcata attività di ritardo dell’eiaculazione (per esempio un lavoro dell’Università iraniana dimostra questa tesi), ma si portano dietro diversi potenziali effetti collaterali:

  • tra i possibili effetti collaterali comuni (ossia frequenti) si può leggere disfunzione erettile, anorgasmia e diminuzione del desiderio sessuale;
  • in pazienti con particolari vicende di depressione può indurre al suicidio nelle prime settimane di assuzione;
  • l’elenco degli effetti collaterali, anche gravi, potrebbe continuare.
Priligy

Priligy

In realtà questi aspetti sembrerebbero scongiurati dal fatto che Priligy prevede un’assunzione saltuaria e, sopratutto, la breve durata d’azione è indice del fatto che la sostanza viene velocemente eliminata dall’organismo evitando fenomeni di accumulo responsabili di alcuni effetti collaterali.

L’evento avverso più frequente che emerge da chi si è sottoposto alla sperimentazione è invece come detto la nausea.

Come i farmaci usati per la disfunzione erettile, anche Priligy sarà soggetto a frequenti tentativi di contraffazione; per limitare questo pericoloso fenomeno è possibile verificare l’autenticità del farmaco (e quindi del contenuto e dose di Dapoxetina) collegandosi al sito www.priligyoriginale.it, da cui è possibile verificare se la confezione acquistata sia originale attraverso il numero seriale di 12 cifre, unico per ogni confezione. Di norma l’unico canale riconosciuto a livello italiano, la farmacia, non presenta tuttavia alcun rischio.

Link sponsorizzati
Integratori Naturali BioReviv

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)


Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Articoli correlati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  • Marcos

    18 novembre 2014
    16:49

    Fa male al cuore priligy??? Si rischia un infarto??

  • Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo)

    18 novembre 2014
    16:57

    Può dare talvolta cefalea e vertigini talvolta alle prime assunzioni

    Dr. Andrea Militello,
    Andrologo Urologo
    Roma, Viale Libia 120
    www.urologia-andrologia.net

    • Anonimo

      5 dicembre 2014
      13:13

      dottore ho provato anche priligy solo quell giorno voglio fare sesso prima di 3 ore ma a volte funziona a volte non funziona cosa devo fare ?

    • Dr. Guido Cimurro (farmacista)

      5 dicembre 2014
      16:16

      È molto importante assumerlo nei tempi corretti, altrimenti è normale che l'effetto non sia soddisfacente.

  • Andrea

    25 novembre 2014
    09:31

    buongiorno dottor Militello,ho gia' provato precedentemente la pomata EMLA senza risultati soddisfacenti,in questo caso vale la pena provare priligy ?

    • Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo)

      25 novembre 2014
      22:08

      Scusi il ritardo

      sicuramente bisogna provare la molecola perchè potrebbe essere un problema legato alla serotonina

      Mi faccia sapere

      Dr. Andrea Militello,
      Andrologo Urologo
      Roma, Viale Libia 120
      www.urologia-andrologia.net

  • ulk76

    25 novembre 2014
    22:05

    Il priligy si puo assumere, tranquillamente o puo creare problemi tipo psicologici, o potrebbe creare problemi al cuore.La inizio a prendere tra due giorni.Vorrei una risposta specilistica, conviene assumerla,1ora prima 2ore prima o 5 ore prima.

    • Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo)

      25 novembre 2014
      22:10

      va assunto entro due ore prima del rapporto, non oltre

      non crea problemi psicologici o cardiaci

      Dr. Andrea Militello,
      Andrologo Urologo
      Roma, Viale Libia 120
      www.urologia-andrologia.net

    • yuta67

      26 novembre 2014
      19:04

      Io vorrei usare, priligy x la prima volta ho fatto una cura a base di interferone i le mie analisi sono ok! O chiesto al mio medico se potevo usarla, lui mi a detto che non ci sono problemi.Lei pensa ché una ogni ,7 giorni puo creare problemi al fegato.grazie

    • Dr. Guido Cimurro (farmacista)

      26 novembre 2014
      19:16

      Se il medico ha dato il via libera nessuno meglio di lui può valutare la sua situazione, quindi proceda pure.

  • ulk76

    26 novembre 2014
    11:51

    Il priligy chi ha una epatite c puo creare problemi.Grazie

    • Dr. Guido Cimurro (farmacista)

      26 novembre 2014
      12:30

      Sì, potrebbe; l'uso va attentamente valutato con l'epatologo.

  • ulk76

    26 novembre 2014
    17:16

    Il mio dottore mi a detto, ché posso usare il priligy, Ma mi sono curato, una epatite c.cr....se ne uso una ogni tanto, mi puo creare qualche problema, al fegato?

    • Dr. Guido Cimurro (farmacista)

      26 novembre 2014
      17:47

      Dipende dalla salute attuale del fegato.

  • Maria

    28 novembre 2014
    08:03

    Mi viene da ridere mentre lo scrivo ma vorrei un vostro parere:mentre ero via ho visto che il mio compagno ha preso una compressa di priligy.....sapete cosa mi ha risposto ?che l'ha usato da solo e si é anche arrabbiato molto!Allora mi domandavo se c'erano degli usi diversi da quelli comuni? P.s.mi rendo conto della domanda ,non sono stupida,ma avrei bisogno di una risposta,grazie!

    • Dr. Guido Cimurro (farmacista)

      28 novembre 2014
      09:58

      Che io sappia non ci sono altri utilizzi al di là dell'allugamento dei tempi di un rapporto; ovviamente in questo caso per "rapporto" intendiamo potenzialmente anche la masturbazione.

    • wue51

      30 novembre 2014
      22:01

      Io quando ho un rapporto con la mia compagna, mi sembra di non sentirlo dur....vorrei sapere oltre ad alungare l'impotenza, riesce a farti sentire soddisfatto. Fa effetto anche assumedolo la prima volta e resta eretto il pe...Vorrei una risposta.Grazie

    • Dr. Guido Cimurro (farmacista)

      30 novembre 2014
      23:30

      Mi perdoni, ma non ho capito.

  • wue51

    1 dicembre 2014
    15:06

    Volevo sapere il prilygy fa effetto alla prima assunzione.Grazie

    • Dr. Guido Cimurro (farmacista)

      1 dicembre 2014
      15:27

      L'obiettivo sarebbe quello, sì.

  • Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo)

    1 dicembre 2014
    16:36

    In effeti dovrebbe....però nella esperienza si vede che spesso non è così. Anzi si consiglia una assunzione di due volte a settimana per sei settimane prima di trarre le conclusioni.
    Purtroppo è quanto ci dice l'esperienza dei pazienti e alcuni colleghi con cui mi confronto

    Dr. Andrea Militello,
    Andrologo Urologo
    Roma, Viale Libia 120
    www.urologia-andrologia.net

  • manfred

    8 dicembre 2014
    14:10

    Salve....ho usato priligy due volte....a distanza di una settimana.....ho riscontrato un leggero capogiro....la prima....e la seconda..un po di nausea....in entrambe le occasioni ho avuto 3/4 l'eiaculazione in una notte....praticamente mi sono sforzato per venire!! Fantastico.....volevo dare la mia esperienza...grazie

    • Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo)

      8 dicembre 2014
      17:21

      Grazie per il contributo

      Dr. Andrea Militello,
      Andrologo Urologo
      Roma, Viale Libia 120
      www.urologia-andrologia.net

  • cosimo

    13 dicembre 2014
    19:07

    salve il daparox vabbene lo stesso per chi soffre di questa iauculazione precoce
    ed non cià effetti collaterali

    • Dr. Guido Cimurro (farmacista)

      13 dicembre 2014
      21:06

      È usato anche a questo scopo ma, poichè come TUTTI i farmaci può avere effetti collaterali e controindicazioni, la prescrizione deve avvenire esclusivamente ad opera del medico.

  • Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo)

    13 dicembre 2014
    23:01

    parliamo sempre di serotoninergici dei quali si sfrutta l'effetto collaterale off label

    Dr. Andrea Militello,
    Andrologo Urologo
    Roma, Viale Libia 120
    www.urologia-andrologia.net

  • Alessandro

    15 dicembre 2014
    19:33

    Salve a tutti....dove acquistare priligy...preferirei prenderlo online

    • Dr. Guido Cimurro (farmacista)

      15 dicembre 2014
      22:29

      In Italia non è consentita la vendita a distanza di farmaci che richiedono ricetta medica.

  • Charles Bukowsky

    15 dicembre 2014
    21:40

    Io non soffro affatto di eiaculazione precoce, ma non mi dispiacerebbe ritardare di qualche minuto orgasmo ed eiaculazione, per il puro piacere di prolungare piacevolmente il rapporto. Potrei usare il Priligy?
    Grazie

    • Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo)

      15 dicembre 2014
      21:48

      potrebbe non funzionare , di solito aumenta la serotonina in chi ne è carente

      Dr. Andrea Militello,
      Andrologo Urologo
      Roma, Viale Libia 120
      www.urologia-andrologia.net

  • Pietro

    20 dicembre 2014
    01:29

    Egregio dottore
    sono un uomo di anni 65....e le scrivo prospettandole la mia situazione: non sono sposato e ho con cadenza quindicinale rapporto sessuale con una donna.......a volte il pene fa fatica ad andare in erezione talaltra incvece quando ci va resta eretto per molto tempo forse troppo.....ma sopratutto il mio problema è che succede di rado che mentre sono dentro di lei riesca a ven ire .......pompo pompo pompo ma lo sperma non arriva.....lei allora oralmente e manualmente cerca quindi di farmi venire ma quelle poche volte che ci riesce è perchè poi mi masturbo io. le posso assicurare che passa tantissimo tempo prima che venga....... quando però mi masturbo guardando un film porno vengo molto presto....non è una questione di cambiare donna in quan to ho anche un paio di sostitute però con tutte è ,lo stesso problema.....cosa mi consiglia?? godo molto a livello cerebrale piu che spermatico ma mi piacerebbe risolvere il problerma .....vorrei riuscire ad emettere sperma quando faccio sesso con altre

    • Dr. Guido Cimurro (farmacista)

      20 dicembre 2014
      01:47

      Il primo passo è verificare con un andrologo l'eventuale presenza di problemi organici (mi riferisco soprattutto alle occasionali difficoltà di erezione); appurato che non ci siano problemi di questo tipo si potrà indagare con l'aiuto di un sessuologo se ci siano delle difficoltà di tipo diverso con le partner.

  • pietro

    20 dicembre 2014
    10:57

    La ringrazio per la sua premurosa risposta che coincide con quanto mi ha espresso l'andrologo dopo avermi visitato - ossia di rivelgermi a un sessuologo - anche se mi preoccupa il fatto che io non ho una compagna fissa ma varie compagnie ( 2-3) con cui alterno......quindi probabilmente il mio è un problema di tipo psicologico a cui non riesco ad andare a capo.....Grazie e Buone Feste
    Pietro Giangaspero

  • Dr.ssa Randone (psicologa, sessuologa)

    20 dicembre 2014
    11:22

    Anche se non ha una parter fissa, l'eventuale terapia puo' essere calibrata in funzione della sua storia clinica e sessuale

    Cordialmente,
    Dr.ssa Valeria Randone,
    perfezionata in sessuologia clinica
    www.valeriarandone.it

  • Luca

    20 dicembre 2014
    11:30

    Vorrei sapere se serve una ricetta per prenderlo,ho 19 anni e soffro di eiaculazione precoce e ne risento di questo problema ma mi vergogno a parlarne con il mio dottore, quindi vorrei cercare di arrangiarmi da solo

    • Dr. Guido Cimurro (farmacista)

      20 dicembre 2014
      17:53

      Il senso della ricetta è che prima di acquistare il farmaco è importante che sia un medico (possibilmente specialista) a formulare una diagnosi e decidere quindi se nel suo caso il farmaco sia la scelta migliore.

  • Luca

    20 dicembre 2014
    11:32

    Vorrei sapere Anche di quanto allunga la durata in media

    • Dr. Guido Cimurro (farmacista)

      20 dicembre 2014
      17:55

      Può essere soggettivo, qui può farsi un'idea di massima: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16962882

Lascia una risposta

  • Nome
  • Commento
    • La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

    • Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

    • Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

    • Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

    • Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.

    • È gradito l'utilizzo di un linguaggio consono; l'eventuale utilizzo di terminologia volgare od palesemente inappropriata potrà essere causa di rimozione del messaggio.