Priligy (Dapoxetina) in vendita: prezzo, dose, effetti collaterali

Priligy® è finalmente in vendita anche in Italia a partire da luglio 2009; se da aprile era possibile acquistare dapoxetina (Priligy®) solo in Svezia e Finlandia, il primo farmaco per curare l’eiaculazione precoce è ora in vendita anche in Italia.

La dapoxetina è una molecola che appartiene alla classe dei cosidetti SSRI, una classe di farmaci utilizzati come antidepressivi (fluoxetina, paroxetina, citalopram, sertralina, … ossia Prozac, Seroxat, Seropram, Zoloft,…) e come le altre molecole della stessa classe agisce inibendo la ricaptazione (ossia il riassorbimento, la raccolta) del neurotrasmettitore serotonina a livello del sistema nervoso centrale.

La dapoxetina è stata scoperta da Janssen-Cilag, un’azienda facente parte della galassia Johnson&Johnson, che ha fatto richiesta all’EMEA per l’autorizzazione all’immissione in commercio con indicazione il trattamento dell’eiaculazione precoce per uomini dai 18 ai 64 anni.

La dapoxetina è quindi il primo farmaco orale per il trattamento dell’eiaculazione precoce; a differenza delle altre sostanze facenti parte della classe degli SSRI ha una breve durata d’azione (poche ore) e dev’essere assunta da 1 a 3 ore prima del rapporto, idealmente circa 1-1.5 ore prima del rapporto.

Priligy® può essere assunto anche a stomaco pieno e non si conoscono interazioni con i farmaci utilizzati per la disfunzione erettile (Viagra®, Cialis®, Levitra®, …); è possibile acquistare il farmaco in qualsiasi farmacia, dietro presentazione di ricetta medica ripetibile, e la spesa sarà a totale carico del paziente.

Le compresse devono essere deglutite intere, per evitare il sapore amaro, con almeno 1 bicchiere pieno d’acqua; non deve essere assunto più di 1 volta ogni 24 ore (1 volta al giorno).

Il farmaco è in commercio in due formulazioni:

  • Priligy® 30 mg
    • 3 compresse al prezzo di € 24.60 (costo per compressa circa € 8.20),
    • 6 compresse al prezzo di € 44.30 (costo per compressa € 7.38)
  • Priligy® 60 mg
    • 3 compresse al prezzo di € 32.00 (costo per compressa € 10.67)
    • 6 compresse al prezzo di € 57.60 (costo per compressa € 9.60)

Di norma la dose iniziale è di 30 mg, in caso non si dimostrasse sufficiente e gli eventi avversi fossero accettabili il medico può aumentare la dose prescrivendo la confezione da 60 mg.

I più comuni effetti collaterali di Priligy® sono:

  • capogiri,
  • cefalea,
  • nausea.

Per diminuire la probabilità di comparsa degli effetti avversi, sopratutto di svenimento ed ipotensione (abbassamento della pressione) si consiglia di:

  • Assumere la compressa con almeno 1 bicchiere colmo d’acqua,
  • non alzarsi velocemente dopo l’assunzione,
  • in caso di sensazione di svenimento o giramenti di testa è bene sdraiarsi immediatamente con la testa più in basso del corpo, o sedersi con la testa tra le ginocchia, fino al miglioramento dei sintomi.

E’ particolarmente importante evitare la contemporanea assunzione di alcolici, che potrebbero aumentare il rischio di svenimento ed altri effetti collaterali legati all’alcol.

Secondo l’aziena produttrice Priligy® è in grado di:

  • Migliorare la capacità di controllo sull’eiaculazione,
  • prolungare il tempo dell’eiaculazione,
  • aumentare la soddisfazione del rapporto sessuale,
  • diminuire il disagio legato all’eiaculazione precoce.

Ogni altro farmaco appartenente alla stessa classe di farmaci è in grado di sviluppare una più o meno marcata attività di ritardo dell’eiaculazione (per esempio un lavoro dell’Università iraniana dimostra questa tesi), ma si portano dietro diversi potenziali effetti collaterali:

  • tra i possibili effetti collaterali comuni (ossia frequenti) si può leggere disfunzione erettile, anorgasmia e diminuzione del desiderio sessuale;
  • in pazienti con particolari vicende di depressione può indurre al suicidio nelle prime settimane di assuzione;
  • l’elenco degli effetti collaterali, anche gravi, potrebbe continuare.
Priligy
Priligy

In realtà questi aspetti sembrerebbero scongiurati dal fatto che Priligy prevede un’assunzione saltuaria e, sopratutto, la breve durata d’azione è indice del fatto che la sostanza viene velocemente eliminata dall’organismo evitando fenomeni di accumulo responsabili di alcuni effetti collaterali.

L’evento avverso più frequente che emerge da chi si è sottoposto alla sperimentazione è invece come detto la nausea.

Come i farmaci usati per la disfunzione erettile, anche Priligy sarà soggetto a frequenti tentativi di contraffazione; di norma l’unico canale riconosciuto a livello italiano, la farmacia, non presenta tuttavia alcun rischio.

Link sponsorizzato
Integratori Naturali BioReviv


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)


Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Domande, suggerimenti e segnalazioni

    1. Salve dott.soffro di e.p. da sempre,non riesco a controllare la situazione ...vorrei sapere se risolvo con priligy,ma sopratutto se ne devo essere schiavo se ho dei benefici,,,,e`una cura temporanea o no?grazie

    2. Di per sè un farmaco che agisce sul sintomo, ma se incluso in un approccio più ad ampio respiro con l'aiuto di andrologo e/o sessuologo può diventare risolutivo.

    3. Buongiorno dottore,ho un problema di e.p avvolte e velocissima,ma avvolte duto tanto;come e possibile questa cosa?

  1. buona giornata dottore militello ......soffro di e.p. da alcuni anni e stò prendendo da alcune settimane il priligy da 30 ...rispetto a prima mi trovo un pò meglio , riesco aiculare leggermente un pò in ritardo ma non più di tanto .....esistono dei prodotti più efficaci che riescono a ritardare molto più a lungo ?? ho letto una crema di nome enma , cosa mi puo dire di questa crema ??? grazie

  2. grazie per avermi risposto dotttore ......non capisco desensibilizzante e anche frenulo e prepuzio .................ma è efficace e comporta dei problemi ?? grazie

    1. Spesso funziona , non porta problemi

      il TEST DI DESENSIBILIZZAZIONE GLANDULARE-PENIENA.
      Questo test deve essere eseguito a casa del paziente e prevede l’utilizzo di una crema desensibilizzante ad uso topico penieno(Lidocaina). Circa 20 minuti prima di espletare un rapporto l’uomo deve spalmare un leggero strato di tale crema sul frenulo per pochi minuti Tale crema anestetica nè riduce la sensibilità. Se durante il rapporto susseguente si verifica ugualmente un’eiaculazione precoce è molto probabile che la causa del problema sia esclusivamente di natura neurologica cerebrale e/o psicologica e non causata da una eccessiva sensibilità del glande. Se al contrario l’eiaculazione avviene in tempi nettamente maggiori rispetto al solito è molto probabile che la causa sia dovuta ad una ipereccitabilità del frenulo,spesso in presenza di prepuzio esuberante (la cute) che copre il glande stesso.

  3. Salve dottore. Soffro di eiaculazione precoce da sempre. Durante la masturbazione non risento molto del problema, cioè, riesco a ritardare l'orgasmo quasi a mio piacimento. Ma quando si parla di rapporti che coinvolgano partner, che si tratti di preliminari o di rapporti sessuali si arriva a parlare di 2 minuti, poco più o poco meno. Vorrei utilizzare la dapoxetina ma ho una serie di dubbi. Il primo riguarda la ricetta medica. Non vorrei consultarmi con il mio medico di famiglia, conoscendolo da più di 10 anni parlarne con lui risulterebbe eccessivamente imbarazzante. Come posso rivolgermi ad altri medici e avere una visita accurata? Successivamente, vorrei trovare un rimedio permanente, e da come ho capito, essendo il farmaco utilizzabile circa un'ora prima, la sua valenza è solo per i rapporti di quel giorno effettivo. Mi sbaglio? Ho letto di rimedi come la compressione da praticare col proprio partner, ma non avendo una partner fissa sono costretto ad escluderlo. Inoltre, ho sempre una specie di ansia, non solo quando ho un rapporto di qualsivoglia genere, ma sempre. Ciò influisce sul mio problema? E secondo lei, può la dapoxetina essere un rimedio per il mio problema? So di essere andato un po' fuori tema, ma ho pensato che fosse meglio scrivere tutto sotto un articolo, piuttosto che postare singole domande su più articoli. La ringrazio per l'attenzione

    1. Lo specialista di riferimento è l'andrologo che, una volta giunto alla diagnosi, suggerirà il rimedio più adatto (dapoxetina od altro) e redigerà la relativa ricetta medica.
      Nel caso in cui non venisse trovata alcuna causa organica, lo specialista potrà decidere di inviarla al sessuologo ed i due professionisti collaboreranno per offrirle una soluzione definitiva al problema, anche nel caso in cui si trattasse di ansia.

  4. salve dottore vorrei sapere se questo farmaco ha delli efffetti indesiderati, e se puo esserci un rischio.. io ho dei rapporti sessuali anche 4 volte ogni 3 giorni, ma il problema è che non duro piu di dieci minuti. cosa mi consiglia di fare? posso prendere questo farmaco(priligi 30 mg?) grazie per la sua attenzione

    1. È stato prescritto da un medico? 10 minuti non credo che sia diagnosticabile come eiaculazione precoce, ma se nel suo caso non è soddisfacente probabilmente un sessuologo può insegnarle a gestire meglio i tempi.

  5. Io sofro di e.p sono andato dal urologo lui mi detto che l'unico farmaco e la dapoxetina ma dovro usarlo sempre oppure con la circoncisione si risolve il problema il dot dice che esiste solo il farmaco ciao

  6. Salve dottore, volevo innanzitutto spiegarle la mia situazione perché non so bene quanto la mia e.p. sia grave: purtroppo il problema principale è che non è un qualcosa di costante, agli inizi della mia relazione sessuale con la mia attuale compagna non riuscivo a durare più di 1 minuto ma poi volta dopo volta ho notato un leggero miglioramento, ma se perdo continuità nei rapporti, forse anche a causa dell'ansia che questo problema mi provoca è come se ricominciassi tutto d'accapo. Durante la masturbazione stesso discorso, se è da un po che non la effettuo l'eiaculazione può essere molto rapida, se invece non sono in totale "astinenza" con l'eiaculazione non ho eccessivi problemi e posso controllarla "mentalmente". La mia eiaculazione a differenza di alcuni esempi letti sul web, non è dettata dalla penetrazione che da sola non mi provoca una eiaculazione precoce, ma bensì il movimento, ma ci sono volte in cui il mio limite dei 2 minuti viene superato senza difficoltà se riesco a non perdere troppo il controllo agli inizi del rapporto. Insomma non capisco se sia tutto un problema mio mentale oppure no, la mia ragazza dice di essere cmq soddisfatta ma io vorrei aumentare la mia durata. Secondo le la mia diagnosi qual'è?

    1. La diagnosi lasciamo che sia uno specialista a farla, quello che posso fare è limitarmi a suggerirle i passi corretti:
      1. Visita andrologica, per verificare che non ci siano problemi organici.
      2. Visita sessuologica, per superare la comprensibile ansia subentrata.

  7. Salve dottore, sofro di e.p. da sempre, ho 30 anni e le ho provate tutte per evitare questo problema. Ho fatto un controllo alla prostatae tutto ok, ho provato a masturbarmi più frequentemente facendo il metodo start/stop per mesi e niente, ho fatto visite analisi e sono sano come un pesce, ho provato la ctema emla ecc. Ma cosa ho fatto di male per meritarmi questi miseri 2 minuti .:-( l' unica cosa che mi fa durare 20/30 minuti e il vino....ma non posso mica ubriacarmi ogni volta che voglio fare sesso. Le chiedo solo un consiglio. Aiutoooo

    1. È già stato seguito da un andrologo?
      Si è provato ad agire dal punto di vista psicologico?

  8. buona serata dottore .......devo asserire che in effetti un leggero miglioramento prendendo il priligy da 30 l'ho avuto , ma devo dedicarmi di più ai preleminari in modo di preparare la mia patner . positivo .......se dovessi prendere da 60 , prolungo di più il rapporto in genere ??? grazie

  9. Salve dottore. Soffro molto ma molto di e.p. non duro piu di 2 minuti a volte anche meno.meno.come posso risolvere qst mio grandissimo pproblemia?

  10. Salve vorrei sapere se il priligy da 30 quanto fa durare di più e se per uno che soffre di asma porta problemi

  11. salve Dottore..
    da alcuni giorni faccio uso del Priligy da 30 mg e devo dire che i miei rapporti sono prolungati dal misero 1-2 minuti a 15 - 25 minuti!! Un bel traguardo direi. Se volessi aumentare i tempi posso prendere 2 compresse da 30mg invece che una da 60mg????
    faccio a lei questa domanda perché la prossima visita con l'andrologo e fissata per il 07 Ottobre 2015 : w il SSN!!!

    1. Aspetterei di sentire lo specialista, perchè il rischio è che l'eventuale ulteriore aumento dei tempi corrisponda ad un possibile aumento dei rischi di effetti collaterali.

  12. Salve, soffro di e.p. da molti anni (ora ne ho 32) sono stato circa 10 anni fa da uno specialista e ho dovuto fare l'intervento per il taglio del frenulo ma non è migliorato niente ne tanto meno con la crema Emla. sono andato avanti facendo uno sforzo mentale enorme durante il rapporto tanto da non godere mentalmente per evitare....
    Volevo sapere ad oggi posso farmi prescrivere il farmaco Priligy direttamente dal mio medico di base senza rifare tutto l'iter dall' andrologo? grazie.

    1. Da un punto di vista burocratico qualsiasi medico può prescriverlo.

  13. Salve io ho 30 anni e da un paio di anni abbondanti che ho problemi sia di erezione e sia di e.p.
    Per quanto riguarda l erezione, la prima mi riesce (nn sempre) oppure se capisco assumo farmaci comuni per erezione. Ora essendo che Priligy come effetto collaterale puo avere la disfunzione erettile mi preoccupo a prenderlo. Lei cosa mi conconsiglia????

    1. Se prescritto lo provi tranquillamente, l'effetto collaterale sull'erezione è molto raro.

  14. buongiorno,
    Oggi ho fatto la visita dall'urologo, per il problema di e.p., e mi ha prescritto il Prilagy.
    Volevo sapere delle informazioni:
    -questa pastiglia avrà un effetto curativo nel tempo o dovrà essere assunta ogni qualvolta si ha un rapporto?
    -se assumo Prilagy un'ora prima del rapporto con la mia partner, che durata ha l'effetto della pastiglia?
    -la prescrizione in ricetta di Prilagy, porta a pagare solo il ticket? Fa parte del sistema sanitario o devo pagarla a prezzo intero?

    Grazie

    1. 1. Dipende dalle circostanze.
      2. Qualche ora, non moltissime purtroppo (questo serve a ridurre il rischio di effetti collaterali).
      3. Purtroppo si paga a prezzo intero.

    2. Quindi serve giusto per qualche rapporto sessuale, in quell'arco di tempo. Se la somministrazione avviene il mattino, per la sera non si avrà nessun effetto?

  15. Salve dottore volevo sapere e la prima volta che prendo priligy me gli effetti collaterali avvengono sulla persona ho sono solo ipotesi no perché mi preoccupo su questa cosa fa male alla persona oppure no grazie.

    1. In quanto effetti collaterali sono possibili, non è quindi detto che si verifichino.

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.