Erezione mattutina: cause e significato

Introduzione

Sono moltissimi gli uomini che, più o meno spesso, fanno l’esperienza di svegliarsi di mattina con un’erezione in corso: l’erezione mattutina è definita scientificamente come tumescenza peniena notturna (NPT): nonostante questo nome un po’ complicato, è una risposta fisiologica normale, che la maggior parte degli uomini sperimenta. L’erezione mattutina può essere descritta come l’ultima di una serie di erezioni che si verificano durante la notte.

In media un uomo sano ha tra le tre e le cinque erezioni per notte ed ognuna di esse dura tra i 25 e i 35 minuti.

Cause

La saggezza popolare vuole che le erezioni mattutine siano causate dal fatto che la vescica è piena, ma in realtà non è ovviamente così. Non si sa con esattezza quale sia la causa delle erezioni mattutine, ma sappiamo che sono strettamente connesse alla fase REM del sonno (il momento della notte in cui si sogna e l’attività cerebrale si modifica). Le erezioni sono anche connesse a un aumento del ritmo cardiaco.

Non si sa con sicurezza se siano causate anche da altri cambiamenti fisiologici, quindi sono necessarie ulteriori ricerche in proposito. Alcuni ricercatori ritengono che le erezioni mattutine siano uno dei modi in cui l’organismo controlla che tutto sia a posto e funzioni come si deve.

Quando non si verifica

Le prime ricerche sulle erezioni mattutine non hanno riscontrato alcuna differenza tra quelle degli anziani e quelle degli uomini più giovani. Ricerche più recenti, invece, indicano che con il passare del tempo questo fenomeno diminuisce (in alcuni uomini la frequenza rimane inalterata, ma la rigidità del pene e la durata dell’erezione diminuiscono).

Le erezioni mattutine sono oggetto di ricerca per diversi motivi: i ricercatori, ad esempio, hanno pensato di usarle come strumento per diagnosticare la disfunzione erettile. Se un paziente non riesce a ottenere un’erezione soddisfacente durante i rapporti, una delle prime cose che il medico cercherà di capire è se è comunque in grado di ottenere erezioni complete di notte e al mattino.

Se la mancanza di erezioni mattutine è accompagnata dall’incapacità di ottenere un’erezione durante i rapporti, la causa probabile è fisiologica e non psicologica. Se siete preoccupati per un cambiamento delle vostre erezioni mattutine, vi consigliamo di parlarne con il vostro medico, tuttavia i fattori che le influenzano sono svariati (ad esempio la lunghezza e la qualità del sonno) e un loro cambiamento non è automaticamente sintomo di problemi gravi.

Farmaci

I farmaci usati per la cura della disfunzione erettile, tra cui ricordiamo il sildenafil (Viagra®) e il tadalafil (Cialis®), possono avere effetti sulle erezioni mattutine: entrambi, se assunti durante la notte, possono causare erezioni mattutine, soprattutto nel caso del tadalafil.

Ovviamente non c’è alcun motivo per assumere un farmaco solo per ottenere un’erezione mattutina: le erezioni mattutine, infatti, possono essere connesse alla funzionalità erettile, ma non sono necessariamente un indicatore della funzionalità generale o della presenza di disfunzioni.

Traduzione ed integrazione a cura di Elisa Bruno


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)


Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. ho una cardiopatia dilatativa con impianto def + pacemaker + diabete mellito 2, da 5 anni nn ho + una buona erezione .....quindi vi chiedo......potrei usare un aiutino??????

    1. Sì, con buona probabilità si può risolvere il problema; l'andrologo, in collaborazione con gli specialisti che la seguono (cardiologo e diabetologo) può sicuramente aiutarla.

    2. Non ho più un'erezione mattutina da 3/4 anni,anche nei rapporti non riesco mai ad avere un erezione completa e questo a influito anche nel intensità del orgasmo,mi capita avolte di avere un erezione completa e un orgasmo abbastanza intenso,questo putroppo però capita molto molto molto raramente,ho 30 anni compiuti da poco e volevo capire se magari sto passando solo una fase o dovrei preoccuparmi e contatare il mio medico,grazie

    3. Dopo 3-4 anni non parlerei più di "una fase", utile quindi fare il punto con il medico (idealmente andrologo e sessuologo).

  2. A me fa male il testicolo sinistro.. Ho fatto la visita 3 settimane fa ma hanno solo detto che non vedono nulla di grave e basta.

  3. Di notte ho una costante erezione che dura ore e ore a tal punto che dal fastidio mi sveglio e se non vado a urinare per un fastidioso stimolo il pene non si abbassa.
    Preciso che ho fatto esami specifici - ematici e psa - tranne una trans rettale che non faccio da alcuni anni ed é tutto regolare. Non so se influsce il fattore monorene per una nefrectomia. Grazie

    1. Il fatto che sia monorene non dovrebbe influire.

      Se riesce ad urinare quindi l'erezione non è completa, giusto?

    2. Risp. Al dott. Cimurro, l'erezione é forte anzi per certi versi troppo e fastidiosa. Anche ul mio medico ha detto che é normale, ma fino a qualche hanno fa non era cosi.

    3. Non posso che invitarla a seguire l'indicazione del Dr. Militello, è probabilmente opportuna una verifica con l'angiologo e poi fare il punto con il suo urologo.

    4. Dott. Militello ringraziandola anticipatamente per la cortese disponibilità, cosa intendeva per problemi circolatori: pressione o quant'altro. Ho avuto un problema di pressione poco alta qualche anno fa legata a un determinato lavoro . Oggi sono in pensione da circa 3 anni e da allora tutto é tornato nella norma. Preciso inoltre che sono stato uno sportivo e continuo a farmi le due partite settimanali a calcetto. Grazie.

  4. Tutto ad un tratto mi trovo una curvatura sul pene verso destra con l'inpossibilita di avere una erezione normale,ho fatto l'ecografia ma non risultano placche o altro.aiutatemi.

  5. Causa diabete non riesco ad avere erezioni soddisfacenti
    Possono essere utilizzati i principi attivi disponibili per ovviare a questo problema ci sono controindicazioni con gli antidiabetici che assumo e con i farmaci antiipertensivi assumo oliorezide libivon e lacipil

  6. buongiorno,
    ho fatto un'intervento di uretroplastica bulbare, e adesso porto il catetere...la mattina però mi sveglio sempre con l'erezione in corso e con un grande dolore.
    Cosa fare in questi casi?
    Grazie

  7. Ho 40 anni e ho sempre fatto sesso con la mia partner, mai avuto problemi di erezione ma da un mese a questa parte mi sveglio la mattina senza erezione e quando tento di fare sesso non mi eccito, oltretutto ho una tremarella continua durante giorno e notte e si accentua nell'approccio sessuale.

  8. buongiorno ho 39 anni e ho un buono stato di salute generale.vorrei porgere a voi medici due domande..ci puo' essere correlazione fra assenza di erezioni mattutine e problemi erettili di natura psicogena?una volta accertato che il d.e e' psicogeno e' lecito trovare un aiutino con prodotti a base di arginina e/o citrullina?puo' essere un valido aiuto?nella masturbazione ho difficolta' erettili,ma con una partner in particolare mi son eccitato particolarmente riuscendo ad avere una valida erezione.grazie per l'aiuto che date con le vostre risposte.saluti dario

    1. Se con una partner non ci sono state difficoltà viene da pensare che effettivamente il problema sia solo psicogeno; nei casi più lievi vale decisamente la pena di provare con arginina o simile, anche se il parere di un andrologo e sempre raccomandabile.

    2. Dott Cimurro grazie per la celere risposta.penso anch'io che la causa sia psicogena e come me anche alcuni andrologi che mi hanno visitato e fatto fare esami dal quale è risultato tutto nella norma.cosa ne pensa dell'assenza ormai da parecchi anni di erezioni mattutine?le difficoltà erettive durante la masturbazione potrebbero dipendere dal fatto che non riesco ad eccitarmi abbastanza solo attraverso delle immagini o pensieri e quindi senza un contatto reale con una donna?scusi il modo un pò confuso con cui ho esposto i miei dubbi,ma come può ben capire,sento l'esigenza di fare chiarezza.infinite grazie dottore.

    3. 1. [Erezioni mattutine] È un fattore che va sempre valutato nel contesto, uno dei tasselli da valutare, da solo conta solo fino ad un certo punto.
      2. [Masturbazione] Sì, è possibile, e soprattutto può esserci comunque l'ansia di avere qualche problema e quindi la testa se ne va da un'altra parte.

  9. Salve dottore, ho 19 anni da qualche mese ho notato di non avere più delle erezioni mattutine , pensavo che l'erezione mattutina fosse dovuta solo alla voglia di andare in bagno per urinare, ma vedo che non è così dato che ci vado ugualmente tutte le mattine da sempre, per il resto rapporto sessuale , masturbazione tutto okk .. cosa può essere ? La mia domanda c'è da preoccuparsi? Grazie anticipatamente aspetto sue risposte

    1. Se durante i rapporti non ha problemi a mio avviso non c'è alcun problema.

  10. È da un paio di mesi che mi è sorto un problema : non riesco ad avere un'erezione durante il rapporto sessuale,anche se la voglia ce l'ho e la mia patner la trovo sempre attraente. Questo mi succede dopo avere dormito un paio d'ore il pomeriggio e dopo avere urinato. Da cosa può dipendere ???

    1. Quindi un rapporto, per esempio alla sera, riesce ad averlo senza problemi?

    2. Buon giorno,
      Anche io mi trovo nelle stesse condizioni.... Appena sveglio da qualche mese non riesco ad avere un rapporto mentre la sera non ho problemi ....

    3. Potrebbe essere solo un caso, un po' di difficoltà psicologica dovuta magari a un unico episodio non andato bene, ma ovviamente se persistesse il problema raccomando di fare qualche indagine con l'aiuto di un andrologo.

  11. Buon giorno, ho 41 anni, ho sempre avuto delle normali erezioni mattutine. Ultimamente ero quasi convinto di non averne più . Negli ultimi 4 giorni mi è capitata una cosa stranissima che mi sta facendo davvero preoccupare. Mi sveglio alla mattina con il pene eretto accompagnato da dolore. Il dolore mi fa appunto svegliare prima che suoni la sveglia perchè molto intenso. Devo aspettare che il pene ritorni moscio per riuscire a riaddormentarmi . E' un dodlore come se il pene fosse in erezione da ore ma non ne sono certo perchè appunto in quel momento sto dormendo . Le erezioni durante il giorno non mi provocano dolore. Non assumo viagra, sto solo assumendo dell'antibiotico a causa di una lieve infezione dovuta all' intervento eseguito con il laser per decongestionare l'ipertrofia dei turbinati del naso..

    1. Onestamente non mi sento in grado di formulare ipotesi, ma l'evento va sicuramente segnalato al medico.

  12. Salve.dottore,ho 18 anni,.da qualche.mese mi sono accorto che nom ho piu erezioni mattutine.o se ce.l ho non e per niente.rigida, con la mia partner.non riesco a eccitarmi,mi somo masturbato tantissimo e.ora sto provando a non fare.niente.per.qualvhe.settimana,ma la mia preoccupazione somo le.erezioni mattutine

  13. Genrile Ragazzo,
    L'abuso di pornogtafia e di auto erotismo, danneggia la sessualità.
    M solitamente. Se non c'è una personalità dipendente, a sospensione dell'auto erotismo compulsivo, tutto rientra nella normalità

    Eventualmente andrologo e sessuologo clinico sono i referenti per la salute sessuale dell'uomo.

    Nel mio sito troverà tanto materie su pornogtafia e salute sessuale

    Cordialmente,
    Dr.ssa Valeria Randone,
    perfezionata in sessuologia clinica
    www.valeriarandone.it

  14. Salve dt.ssa Randone,ho provato a.non masturbarmi ma ho un forte calo del desiderio,e.normale? O torna tutto alla norma.dopo qualvhe giorno
    ?

  15. Salve..non ho erezioni al risveglio da anni..ho 31 anni..solo raramente mi sveglio con un erezione..davanti alla partner occasionale (dato nn sono fidanzato) ho difficoltà di erezione..però mi "bagno" parecchio anche a pene flaccido.dormo poco e male..E per evacuare da anni mi aiuto con il dito e clisteri..potrebbe essere questa la causa?mi aiuti manualmente vari tentativi perché non riesco ad evacuare dopo due operazioni per emorroidi e prolssso rettale interno..ho anche varicocele 3 grado sx (nuovamente varicocele sx 3 grado operato 12 anni fa col metodo col sondino per bloccare la vena).che fare?sono anche vergine per questo timore di eiaculare subito e per nn avere il pene subito eretto e averla duratura.ho fatto doppler ai testicoli e risulta varivocele sx 3 grado.ho paura per questa mancanza di potenza.k urologo dice è una cosa mentale x lui..Ma nn sa sono vergine e io questa assenza di erezione mattutina l ho da parecchio così come il lubrificarmi a un minimo eccitamento anche a pene flaccido.che dite?che fare?venerdì dovrei fare sesso e ho queste preoccupazioni.

  16. Andrologo e sessuologo per diagnosi e terapia.
    Se non ha nulla di organico, dovere analizzare e curare le cause psichiche di questo disagio.
    Sa solo non passa.
    Lei non è vergine, ma non ha avuto tappeto sessuali; la verginità appartiene alle donne.

    Nel mio sito troverà molto materiale sulla cura del deficit e rettivo

    Cordialmente,
    Dr.ssa Valeria Randone,
    perfezionata in sessuologia clinica
    www.valeriarandone.it

    1. Gentilissima dottoressa.ma è una cosa grave non avere la maggior parte dei risvegli erezioni?mi capita davvero rarissimo di svegliarmi con un erezione..mi sento proprio mancare la potenza sessuale..però certe scene dei porno o cmq anche certi argomenti con una ragazza anche solo via sms o anche solo posizioni per fare dai massaggi alle spalle mi fanno lubrificare e avere una timida erezione però non potentissima e non duratura.è questa la cosa che mi fa sconfortare ancora di più..mi sento diverso dagli altri amici che magari dicono di avere subito un erezione vedendo una ragazza anche per esempio in una posizione per dire abbassata.in merito a questo cosa può dirmi?cioè è grave non avere erezioni mattutine?sono impotente anche se riesco ad avere erezioni davanti un porno per dire (anche se non durature ed eiaculo presto e mi capita di tentare di masturbarmi ma non avere l erezione ma a furia di tentare di masturbarmi eiaculo anche a pene flaccido,è grave questa cosa?)adesso andrò a leggere nel suo sito.grazie.

  17. L'erezione mattutina non è indice di salute sessuale. La diagnosi è molto più complessa e completa.

    Andrologo e sessuologo clinico per diagnosi e terapia, non perda altro tempo, i nostri interno nel frattempo diventano giganteschi.

    Nel mio sito troverà monto materiale consultabile

    Cordialmente,
    Dr.ssa Valeria Randone,
    perfezionata in sessuologia clinica
    www.valeriarandone.it

  18. Buon giorno,
    sono un ragazzo di 30 anni è un paio di anni che non ho piu' erezione mattutina ma mi capita di sentire quelle notturne.
    Il problema che al momento ho anche delle difficolta' nel mantenere l'erezione durante i rapporti e sto collegando i fatti.
    Succede che se dormo a pancia in su ho ereziuoni notturne ma se dormo a pancia in giu' non le noto mai.
    Ce' una spiagazione a tutto cio'?
    Esami ormonali e prostatici nella norma.
    Grazie per il servizio.

    1. Prego il Dr. Militello di correggermi se fossi in errore, ma probabilmente si tende a dare un peso eccessivo all'assenza di erezioni mattutine, quindi non focalizziamoci eccessivamente su questo aspetto.

      Se tuttavia ci sono difficoltà anche durante i rapporti la situazione merita sicuramente attenzione; se dal punto di vista organico non è emerso nulla il passo successivo è parlarne con un sessuologo, che possa aiutarla a far emergere eventuali difficoltà psicologiche (ansie, paure, stress, ...).

    2. Grazie Dottore Lei è sempre molto gentile,
      Ancora 2 domande:
      la spiche puo' influire sulla mancanza di erezioni notturne e mattutine?
      Perche' io le ho solo se dormo a pancia in su?
      Per il mio andrologo è ansia da prestazione.
      Grazie del servizio.
      Un caro saluto.

    3. Se è ansia da prestazione, gentile utente, non è cercando rassicurazioni online che risolverà, anzi la rinforzerà.

      Provi a seguire le indicazioni del suo andrologo ed a rivolgersi ad un sessuologo clinico per la cura definitiva della sua ansia da prestazione

      Nel mio sito troverà davvero tanto materiale da otre consultare

      Cordialmente,
      Dr.ssa Valeria Randone,
      perfezionata in sessuologia clinica
      www.valeriarandone.it

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.