Rimedi naturali per l’impotenza

Ultimo Aggiornamento: 463 giorni da oggi (27 11 2014)

Link sponsorizzati
Integratori Naturali BioReviv

La disfunzione erettile, in precedenza chiamata impotenza, è l’incapacità di ottenere una adeguata erezione per un’attività sessuale soddisfacente. E’ più comune negli uomini con più di 65 anni, ma può verificarsi a qualsiasi età.

Probabilmente hai visto pubblicità su Internet o sui giornali di diversi integratori per la disfunzione erettile e ti starai chiedendo se questi rimedi naturali possano essere realmente efficaci: i primi estratti vegetali usati per curare l’impotenza risalgono alle culture mediche Cinesi, Africane ed altre tradizioni mediche antiche, ma scoprire se le erbe per la disfunzione erettile funzionano e se sono efficaci può essere difficile. A differenza dei farmaci che richiedono ricetta medica (come Viagra, Levitra and Cialis), la maggior parte di questi rimedi naturali non sono stati esaminati da alcuno studio scientifico.

Rimedi naturali per la disfunzione erettile

Propionil-L-Carnitina

Uno studio ha esaminato l’uso di due forme di carnitina, propionil-L-carnitina e acetil-L-carnitina in 96 uomini con problemi di disfunzione erettile dopo interventi di chirurgia alla prostata. Un gruppo ha avuto un placebo (ossia nessun farmaco, ovviamente pensando di assumere la sostanza in esame), un altro gruppo ha preso propionil-L-carnitina (2 grammi al giorno) più acetil-L-carnitina (2 grammi al giorno) e sildenafil (Viagra) quando necessario ed il terzo gruppo Viagra da solo.

Propionil-L-carnitina e acetil-L-carnitina hanno migliorato l’efficacia del sildenafil e ciò si è tradotto in una migliore funzione erettile, migliore soddisfazione del rapporto sessuale, dell’orgasmo, e sensazione benessere generale e sessuale rispetto al Viagra da solo.

Un altro studio ha esaminato l’efficacia della propionil-L-carnitina con il sildenafil negli uomini con disfunzione erettile e diabete che in precedenza non avevano risposto al Viagra da solo.

I partecipanti allo studio hanno ricevuto propionil-L-carnitina (due grammi al giorno) più Viagra (50 mg due volte a settimana) o Viagra da solo. Dopo 24 settimane, la propionil-L-carnitina più Viagra è stata significativamente più efficace del Viagra da solo.

Ginkgo

Il ginkgo è utilizzato per la disfunzione erettile, in particolare nelle persone che hanno subito l’esperienza della disfunzione sessuale per effetto collaterale di farmaci antidepressivi. Sembra che rilassi la muscolatura liscia e migliori l’afflusso di sangue nel pene.

In uno studio di 60 uomini con disfunzione erettile si è rilevato un 50 per cento di tasso di successo dopo sei mesi di trattamento con ginkgo. Due ulteriori studi, tuttavia, hanno osservato che il ginkgo non è stato migliore di un placebo. Sono necessari quindi ulteriori ricerche per verificare se sia efficace .

Può aumentare il rischio di sanguinamento per il suo effetto anticoagulante, questo potrebbe essere pericoloso se si ha necessità di sottoporsi ad un intervento chirurgico o se si assumono un farmaco anti-coagulante come l’aspirina o il warfarin (Coumadin).

Zinco

Un significativo calo dello zinco, associato ad un uso a lungo termine di diuretici, al diabete, ai disturbi digestivi e ad alcune malattie dei reni e del fegato, hanno dimostrato di portare a disfunzione erettile. Un supplemento di Zinco può migliorare la funzione erettile negli uomini con deficit di zinco, ma non c’ è nessuna evidenza che aiuti gli uomini con livelli normali di questo minerale.

Assumere troppo zinco può danneggiare il sistema immunitario e causare altri problemi di salute.

Ashwagandha

Le erbe Ashwagandha (Withania somnifera) sono chiamate ginseng indiano, perché si pensa che abbiano gli stessi effetti sul corpo. Si pensa che aumentino l’energia, la resistenza, e la funzione sessuale. Nessuno studio ad oggi ha chiarito se sia efficace per la disfunzione erettile nell’uomo.

Gli effetti collaterali dell’ashwagandha possono comprendere sonnolenza, pertanto non deve essere associata a farmaci sedativi.

Yohimbe (non consigliato)

La corteccia dell’albero dell’Africa occidentale yohimbe è una fonte di yohimbine, un composto che è stato scoperto stimolare il flusso di sangue al pene, aumentare la libido e diminuire il periodo compreso tra le eiaculazioni.

Il yohimbe non è raccomandato però, perché è potenzialmente pericoloso, anche in piccole dosi. Gli effetti indesiderati possono includere vertigini, ansia, nausea, una grave caduta della pressione sanguigna, dolore addominale, affaticamento, allucinazioni, e paralisi.

DHEA

Il DHEA è un componente essenziale degli ormoni sessuali e può realmente aiutare alcuni uomini con problemi di impotenza, specialmente se hanno bassi livelli di testosterone (ipogonadismo). Può tuttavia causare acne e abbassare i livelli del colesterolo buono (HDL) .

Ginseng

Questa erba, spesso assunta anche come un tè, è stata usata per secoli nella medicina tradizionale Cinese per numerosi problemi di salute. Alcuni studi sul ginseng Americano e Asiatico mostrano possibili benefici nel trattamento della disfunzione erettile. Reazioni al ginseng sono rare, quest’estratto vegetale è di solito considerato sicuro,  ma può causare problemi quando assunto con un antidepressivo inibitore di monoamina ossidasi (MAOI).

L-arginina

L’arginina può aiutare a trattare la disfunzione erettile potenziando gli effetti dell’ ossido nitrico, in modo molto simile a Viagra e farmaci simili. Ulteriori ricerche sono necessarie per verificare se sia realmente efficace . L’arginina può abbassare la pressione del sangue, altri possibili effetti avversi includono nausea, crampi addominali e diarrea, specialmente ad alte dosi.

Epimedium (erba di capra cornuta)

Questo rimedio erboristico è stato usato nella medicina cinese per secoli, potrebbe aiutare ad innalzare i bassi livelli di testosterone e di ormone tiroideo. Ci sono poche evidenze sulla sicurezza o sugli effetti collaterali dell’epimedium, ma potrebbe causare problemi respiratori a dosi molti alte.

Acido folico e vitamina E

Quando assunta con Viagra, una combinazione di queste vitamine può aiutare gli uomini che non avevano erezioni assumendo il sildenafil da solo, ma ulteriori studi sono necessari per determinare se ci sia un chiaro beneficio. Eccetto che ad alte dosi il rischio di effetti collaterali è davvero ridotto.

Recensioni su farmacoecura

Ricordiamo poi Ezerex, che è in realtà un integratore prescritto da diversi specialisti e che si pone quindi ad un livello di sicurezza decisamente superiore rispetto ai precedenti.

Diffidate del “Viagra naturale”

Dopo la sua introduzione alla fine degli anni Novanta, il Viagra ha guadagnato un’ottima reputazione come trattamento efficace per l’impotenza; sfruttando questa fama diversi prodotti che non richiedono ricetta medica vantano la pretesa di essere la soluzione naturale alla disfunzione erettile, pubblicizzandosi come Viagra naturale. Molti di questi prodotti, specialmente quelli venduti solo su Internet, contengono quantità non note di potenti ingredienti, simili a quelli dei farmaci prescritti, che possono causare effetti avversi pericolosi. Alcuni contengono la sostanza del Viagra stesso, pur non dichiarandolo in etichetta, oltre ad altri farmaci pericolosi per la salute.

Anche ammettendo che le sostanze contenute siano solo naturali, questo non è garanzia di sicurezza. Solo perché un prodotto è naturale non significa che sia sicuro. Come i farmaci prescritti, molti rimedi erboristici possono causare effetti collaterali e dannose interazioni quando assunti con certi farmaci. Parla con il tuo medico prima di provare un trattamento erboristico per l’impotenza, specialmente se stai assumendo farmaci o hai qualche problema di salute cronico come una patologia cardiaca o il diabete.

L’altro rimedio naturale: essere in buona salute

Rimedi naturali per l'impotenza

Rimedi naturali per l’impotenza

La disfunzione erettile può essere causata da un sottostante problema di salute come una patologia cardiaca od il diabete . Può essere legata a fattori psicologici come stress, ansia o depressione. A volte è coinvolta una combinazione di fattori fisici e psicologici.

Gestire i problemi di salute sottostanti e adottare uno stile di vita sano è il primo passo per risolvere il problema di impotenza. Lavora con il tuo medico per gestire le condizioni che possono condurre alla disfunzione erettile, come il diabete e una patologia cardiaca.

  • Limita o evita l’uso di alcool.
  • Smetti di fumare ed evita droghe illecite come la marijuana.
  • Fai esercizio fisico regolarmente.
  • Riduci lo stress.
  • Dormi le ore necessarie.
  • Accetta aiuto per ansia o depressione.

Fonte: Libera traduzione di Natural Remedies for Erectile Dysfunction ed integrazione.

DHEA DHEA, un componente essenziale degli ormoni sessuali, può aiutare alcuni uomini con la disfunzione erettile, specialmente se hanno bassi livelli di testosterone (ipogonadismo).

DHEA può causare acne e abbassare i livelli del colesterolo

“buono” (HDL) .

Link sponsorizzati
Integratori Naturali BioReviv

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)


Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.


Articoli correlati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  • Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo)

    7 novembre 2014
    16:13

    Salve
    sicuramente eseguirà un ecocolordoppler basale e dinamico dei corpi cavernosi .
    Le verrà poi consigliata una terapia con inibitori delle 5PDE.
    Ci tenga informati

    Dr. Andrea Militello,
    Andrologo Urologo
    Roma, Viale Libia 120
    www.urologia-andrologia.net

  • rocco

    14 novembre 2014
    21:48

    Salve ho 45anni e da kualke giorno soffro di impotenza mi puo aiutare grazie

    • Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo)

      14 novembre 2014
      23:17

      Hai avuto qualche problema sul lavoro? qualche litigio ?
      Come mai così all'improvviso?
      Prima andava benissimo?

      Dr. Andrea Militello,
      Andrologo Urologo
      Roma, Viale Libia 120
      www.urologia-andrologia.net

  • dudi

    22 novembre 2014
    13:26

    salve. Ho problemi nel raggiungere e mantenere un adeguata erezione. Aggiungo che sono un soggetto emotivo e ansioso, ma anche che soffro di cardiopatia ipertensiva. Sono sposato e ho 4 figli, mi può dare q.che consiglio. la ringrazio anticipatamente e le porgo distinti saluti.

  • Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo)

    22 novembre 2014
    14:30

    Salve
    sicuramemte potremmo avvalerci di un aiuto farmacologico

    Il primo passo però è una visita andrologica e un colloquio con il sessuologo clinico., per iniziare nella maniera puù corretta

    Dr. Andrea Militello,
    Andrologo Urologo
    Roma, Viale Libia 120
    www.urologia-andrologia.net

  • Luana

    23 novembre 2014
    17:31

    Sono transessuale ho preso ormoni come isonuvolar Mesigyna e pillole di estrogeni, durante il trattamento di ormoni nn avevo più erezioni...adesso fopo8 mesi dal l'interruzione di ormoni, ho la fidanzata ma faccio fatica ad avere una erezione duratura è dura (preciso che con la moglie di un amico riesco perfino a raggiungere l'orgasmo) mentre se vado con gli uomini ho una bella erezione e riesco a raggiungere anche l'orgasmo ogni volta

    • Dr. Guido Cimurro (farmacista)

      23 novembre 2014
      18:57

      Mi dispiace, ma non ho purtroppo le competenze e l'esperienza per aiutarla.

  • Dr.ssa Randone (psicologa, sessuologa)

    24 novembre 2014
    18:53

    Genrile Utente,
    Come ben saprà, il vissuto e la sessualità dei transessuali, sono molto complessi e sfaccettati.
    Le cure ormonali poi, inficiano la risposta erettiva.
    A che punto è del suo cammino?
    Pensa di effettuare la riassegnazione del sesso biologico?
    Se si, ha già effettiato le perizie sessuologiche?

    Cordialmente,
    Dr.ssa Valeria Randone,
    perfezionata in sessuologia clinica
    www.valeriarandone.it

Lascia un Commento

  • Nome
  • Commento
    • La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

    • Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

    • Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

    • Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

    • Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.

    • È gradito l'utilizzo di un linguaggio consono; l'eventuale utilizzo di terminologia volgare od palesemente inappropriata potrà essere causa di rimozione del messaggio.